Scrittura musicale: segno, gesto, suono

Conferenza con Giovanni Bietti, coordinatrice Silvana Amato

mercoledì 30 novembre, ore 15.00, Aula B1 di Palazzo Albani, Via Timoteo Viti 10, Urbino

untitled

La notazione musicale occidentale ha circa mille anni. Nasce con ogni probabilità come supporto mnemonico agli esecutori, ma si sviluppa ben presto, e in modo sorprendente, come mezzo per dar forma alle idee musicali e trasmetterle nel tempo e nello spazio. La storia della musica, l’idea di repertorio, l’originalità di un brano o di un compositore, l’innovazione artistica sono concetti strettamente legati alla scrittura musicale e alla sua evoluzione. L’incontro prenderà in esame i momenti salienti di questa storia affascinante, con particolare riguardo alla progressiva trasformazione grafica della scrittura musicale, e alla corrispondenza tra segno e suono.

Giovanni Bietti, compositore, pianista e musicologo, è considerato uno dei migliori divulgatori musicali italiani. È una delle più note voci radiofoniche di “Lezioni di musica” (seguitissima trasmissione settimanale di Rai-RadioTre), e ha pubblicato libri dedicati a Mozart, Beethoven e al Sinfonismo Viennese.

Tiene regolarmente Lezioni-Concerto, direttamente al pianoforte, presso molti dei più prestigiosi Enti italiani: Teatro alla Scala, Teatro La Fenice di Venezia, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Teatro dell’Opera di Roma, Teatro Regio di Torino, Teatro Petruzzelli di Bari, Teatro Massimo di Palermo, Teatro Bellini di Catania, Festival  MITO SettembreMusica, Bologna Festival, Teatro Lirico di Cagliari, Ravello Festival, Teatro Regio di Parma, Sferisterio di Macerata, Teatro delle Muse di Ancona, Teatro Valli di Reggio Emilia, Festivaletteratura, Orchestra da Camera di Mantova, Orchestra Sinfonica Siciliana.

I commenti sono chiusi.