ISIA Urbino impegnata nella rigenerazione della Data

Ha avuto luogo l’esperienza di simulazione degli spazi architettonici della Data e del suo “laboratorio di urbanistica partecipata”, resa possibile dalla collaborazione tra l’associazione Reset, ISIA Urbino, Amministrazione del Comune di Urbino, Università di Urbino e Accademia di Belle Arti.

Per una settimana il nostro Istituto ha spostato parte delle sue attività didattiche alla Data, un complesso architettonico straordinario, nato come stalle ducali per opera dell’architetto rinascimentale Francesco Di Giorgio Martini, su commissione del Duca Federico da Montefeltro, che metteva in comunicazione la parte bassa e quella alta della città di Urbino.

Il recupero di questa struttura si deve all’intervento dell’architetto Giancarlo De Carlo che in una prima proposta progettuale lo destinava a mensa universitaria. Nell’ultimo progetto presentato nel 1998, la Data viene adibita a “osservatorio della Città” con l’intenzione di farla diventare un centro polifunzionale attrezzato di biblioteca, spazi espositivi e un centro studi multimediale, ora lo spazio è stato completamente ristrutturato grazie agli sforzi dell’Amministrazione, ma stenta a trovare una funzione stabile all’interno della città.

Questa iniziativa concertata con le associazioni culturali, le realtà scolastiche e accademiche del territorio ha portato a conoscenza della cittadinanza e degli studenti urbinati le potenzialità dello spazio Data, attivando una serie di attività capaci di far rivivere l’intero spazio.

In questi giorni alla Data si sono fatte lezioni, conferenze, mostre, dibattiti, concerti, nel tentativo di coinvolgere tutti i possibili fruitori, per ricevere feedback utili a far rivivere lo spazio in maniera funzionale.

Si sono innescate connessioni e collaborazioni che l’Amministrazione è determinata a perseguire per non disperdere le idee e le proposte che in questi giorni sono nate dall’incontro delle diverse realtà.

Vi mostriamo alcune immagini delle giornate e degli articoli che hanno parlato di questo evento, oltre ad un breve video delle telecamere del Tg3 sulle varie attività.

Video RAI (dal minuto 6.00).

Con il Patrocinio del Comune di Urbino, della Provincia di Pesaro e Urbino, della Regione Marche, di GAL Montefeltro.

Partner: Università di Urbino Carlo Bo, Accademia di Belle Arti di Urbino, ISIA Urbino, Reset/Inbar, MTA De Carlo, ILAUD, University of Texas Sant Antonio, Fondazione Ca‘ Romanino, univ.paris-diderot, Paris 7.

Coordinamento evento: Assessorato Urbanistica del Comune di Urbino, Ass. Roberto Cioppi, Arch.Roberto Imperato, Associazione Inbar/Reset, Arch.Michele Pietropaolo, Arch.Federica Anniballi, Arch.Iacopo Fiorani, Lorenzo Mazzali (studio grafico), Emanuele Dini (esterni), Fondazione Ca‘ Romanino.

L’evento si è svolto dal 23 al 28 maggio 2016, Data, Sala del MANISCALCO (Urbino)
https://www.facebook.com/DATA-23-28-maggio-2016-Urbino-Italy-1727914174122930/?fref=ts

 

 

 

I commenti sono chiusi.