Responsive type?

Workshop con Albert Pinggera e Erik van Blokland
per il primo anno della specialistica di Editoria
2-3 maggio 2016, ISIA Urbino

Caratteri, loghi, scritte di ogni tipo e di ogni dimensione appaiono sugli schermi. Perché dovrebbero restare statiche? Questo workshop è una breve introduzione all’editor di font RoboFont.

Erik van Blokland (1967) non riuscendo a decidersi tra type e programmazione ha deciso di fare entrambe le cose. Tra i suoi lavori, la random font Beowolf, il carattere monospaziato Trixie, quello ispirato alle banconote, LTR Federal, e l’Eames Century Modern.

Van Blokland si è laureato alla Royal Academy of Art dell’Aia (KABK) e lì insegna dal 1999 al Master Type and Media.

Ha inventato lo strumento TypeCooker, un generatore random di variabili tipografiche su cui esercitarsi ad abbozzare caratteri.

È consulente per progetti di tools per caratteri tipografici, loghi e lettering, per tantissimi clienti tra cui il governo dei Paesi Bassi, Adidas, e Adobe. Potrebbe parlare all’infinito di caratteri tipografici storici ma anche digitali, attualmente si diletta in progetti di ricerca nel settore oftalmologico, digitalizzazione, e design adattativo.

http://letterror.com/

I commenti sono chiusi.