Politica culturale, il ruolo di un editore da Croce al web

Conferenza con Giuseppe Laterza, a cura di Silvana Amato,
aperta a tutti, 27 aprile ore 16.00, ISIA Urbino

Un dialogo aperto su cultura e politica.

La casa editrice Laterza nasce ai primi del ‘900 su impulso dall’incontro tra un giovane autodidatta pugliese e un intellettuale militante, che vede la casa editrice come strumento per dare una formazione critica alla classe dirigente italiana. Questo imprinting si conserva durante tutta la storia di Laterza, dal suo rifiuto a  sottomettersi alla cultura fascista ai saggi degli azionisti liberali del dopoguerra, dai libri scolastici innovativi ai saggi di contestazione del ’68, dalle opere storiche sulle donne alle collaborazioni europee, dai festival di economia alle lezioni di storia, dal movimento dei lettori dei Presidi del libro in Puglia al primo esperimento di streaming Libri e altro.

internet laterza

Un’esperienza che ha coinvolto cinque generazioni di Laterza, mantenendo l’indipendenza in un settore sempre più concentrato, rinnovando costantemente gli strumenti e i modi di lavorare ma, cercando di tener fede all’idea iniziale di una linea editoriale liberale in un contesto pluralista.

http://www.laterza.it/

I commenti sono chiusi.