In ricordo di Umberto Eco

ISIA Urbino saluta Umberto Eco e porge le condoglianze a tutti i suoi cari.

Umberto Eco ci ha lasciato il 19 febbraio 2016 ma le sue teorie, analisi, narrazioni, esperienze progettuali restano con noi docenti e con gli studenti.

Eco ha illuminato il modo in cui l’uomo elabora il suo pensiero e l’interpretazione del mondo, indicato metodi per esplorare i sistemi espressivi e farli interagire, mostrato prospettive e tecniche per costruire la comunicazione. Con il suo metodo di lavoro, con il ruolo decisivo che hanno avuto in lui l’elaborazione di immagini, schemi, mappe ha mostrato che la comunicazione visiva è un potente strumento di espressione e di conoscenza.

Ha soprattutto dimostrato che le scelte comunicative non sono mai innocenti, che la dimensione teorica e quella progettuale sono strettamente intrecciate tra loro, che non esistono forme culturali aprioristicamente inferiori ad altre.

Umberto Eco è un semiotico, un filosofo, uno studioso del medioevo, un romanziere ma è anche per noi docenti uno straordinario progettista. Un progettista che ha sfruttato le potenzialità delle parole, delle immagini, delle tecnologie.

In una facoltà come ISIA Urbino, per tutti questi motivi, l’universo della produzione di Umberto Eco è stato e resterà un campo da esplorare, sviluppare, innovare.

I commenti sono chiusi.