Prima edizione della Scuola Estiva SISF in collaborazione con ISIA Urbino  

ISIA Urbino contribuisce alla Scuola Estiva organizzata dalla Società Italiana per lo Studio della Fotografia (http://www.sisf.eu/), l’associazione di studiosi, curatori, conservatori e cultori della fotografia.

Il progetto coinvolge figure che appartengono a mondi professionali anche molto differenti tra loro, costituendo un’opportunità nuova e sperimentale nello scenario formativo italiano, dal respiro triennale ed esperienziale: questa prima edizione dal titolo  “L’archivio fotografico come rappresentazione del mondo”, sarà appunto, dedicata all’archivio come punto di riferimento delle diverse culture e pratiche fotografiche contemporanee.

Maria Francesca Bonetti (ICG, Roma), Giovanna Calvenzi (photo editor), Marco Capovilla (fotogiornalista, Università IULM), Giovanni Fiorentino (Università della Tuscia, Viterbo), Silvia Loddo (ricercatrice indipendente), Monica Maffioli (curatore indipendente), Enrico Menduni (Università Roma 3), Carlo Eligio Mezzetti (Ughi e Nunziante – Studio Legale, Milano), Lucia Miodini (CSAC, Università di Parma, ISIA Urbino), Laura Moro (ICCD, Roma), Serge Noiret (European University Institute, Firenze), Silvia Paoli (Civico Archivio Fotografico, Musei del Castello Sforzesco, Milano), Tiziana Serena (Università di Firenze), Luigi Tomassini (Università di Bologna), Franco Vaccari (artista), Roberta Valtorta (Museo di Fotografia Contemporanea, Cinisello Balsamo), Tiziana Macaluso (restauratrice), sono i nomi che saranno presenti.

La Summer School è aperta a un massimo di 25 partecipanti. Si rivolge a studenti universitari, allievi delle Accademie di Belle Arti e delle scuole di archivistica, fotografi e professionisti del settore, operatori del mondo degli archivi, studiosi e ricercatori della disciplina.

La frequenza alla Summer School può costituire titolo per il riconoscimento di eventuali CFU secondo quanto previsto dai singoli Atenei. Ai partecipanti, che saranno selezionati in base al curriculum vitae, verrà rilasciato un attestato di frequenza.

La scuola si articola in 32 ore di lezioni suddivise in 5 giorni con i seguenti orari: mattino 9:00-13:00; pomeriggio 14:30-18:30; alle lezioni seguiranno incontri e confronti sul tema dell’archivio fotografico con docenti, studiosi, esperti e professionisti del settore. La scuola prevede, inoltre, una visita guidata agli archivi del MART a Rovereto.

La quota di iscrizione è di 350 euro, comprensiva del pernottamento per 5 notti presso il Centro Studi Alpino dell’Università degli Studi della Tuscia, modernamente ristrutturato ed attrezzato (via Rovigo 7, Pieve Tesino; http://www.centrostudialpino.unitus.it). Coloro che sono interessati a partecipare possono inviare entro il 5 giugno 2015 la domanda di iscrizione accompagnata dal curriculum vitae all’indirizzo [email protected], i selezionati saranno contattati entro il 12 giugno per procedere all’iscrizione e al contestuale pagamento della quota.

Scarica il programma dettagliato in PDF.

I commenti sono chiusi.